ATTENZIONE! Sta utilizzando una versione ormai obsoleta di Internet Explorer.
Si consiglia di aggiornare il Browser per visualizzare correttamente il sito.

38016 Mezzocorona (TN) - Via del Teroldego 11/13
Tel +39 0461 603800 - Fax +39 0461 605580
Cap.Soc. € 45.420,00 - P.IVA e C.F. 00122020225
Iscr. C.C.I.A.A. di Trento TN-79015

Maggio 2015

PASSIONEGRAPPA.IT: Vinitaly 2015, intervista a Beppe Bertagnolli

Condividi



L’occasione è Vinitaly, l’ambientazione è lo splendido stand, il protagonista è Beppe Bertagnolli, decano e voce di assoluto rilievo del mondo della Grappa italiana. Un incontro ricco di emozione, veniamo accolti dalla splendida ospitalità e cordialità tipica trentina della sorridente Michela Zuccolli, responsabile GDO della Distilleria Bertagnolli.

In questa nostra nuova intervista, dalla viva voce di Giuseppe Bertagnolli, Presidente dell’Istituto Grappa Trentina, vi presentiamo una delle distillerie più antiche e al contempo più attive di tutto il panorama distillatorio italiano.

– Una storia lunga 140 anni. Cosa si prova a portare avanti un’eredità così importante e ingombrante? 

"La Premiata Distilleria Bertagnolli venne fondata nel lontano 1870 a Mezzocorona. Da sempre è specializzata nella produzione di Grappa e distillati trentini, certificati e pluripremiati a livello internazionale per la loro qualità. Portare avanti un’eredità così importante non è semplice ma possiamo contare sui nostri alambicchi a bagnomaria, sulle vinacce a chilometri zero e su un’equipe di collaboratori professionisti. Questo rende il nostro lavoro più “facile” e più naturale nella continuità di serietà e attenzione alla qualità."

– Ci parli del suo Trentino, della Piana Rotaliana a cui si affida nella scelta delle migliori vinacce.

 "La Distilleria Bertagnolli è situata nella Piana Rotaliana, terra vocata alla coltivazione della vigna e citata anche da Goethe come “il più bel giardino vitato d’Europa“. Qui vigono le condizioni ideali per la produzione di uve pregiate, capaci di donare caratteristiche uniche di aromaticità e di leggerezza. La Piana Rotaliana è percorsa dai fiumi Adige e Noce che in seguito alle loro continue esondazioni hanno reso il terreno molto fertile. Il clima, grazie alla protezione delle montagne è “continentale“ e vede l’alternanza tra inverni freddi e estati calde; questa forte escursione termica è ottima per la maturazione di un’uva di qualità".

– Qual è l’importanza dell’Istituto Tutela Grappa Trentino e del Consorzio Grappa Trentina? Quali sono i compiti, i pregi e i difetti di queste importanti Istituzioni?

"Dagli anni 60 opera in Provincia di Trento l’Istituto Tutela della Grappa del Trentino al quale aderiscono ventinove distillerie. Il suo scopo è “tutelare e promuovere” la Grappa Trentina di cui controlla l’origine delle vinacce e la qualità della Grappa che deve passare esami precisi e rigorosi. Infatti quando il distillatore associato all’Istituto ha pronta la propria grappa per essere imbottigliata deve prelevarne 4 campioni e farli pervenire all’Istituto Agrario di San Michele all’Adige per l’esame chimico. Se la grappa rientra nei parametri chimici stabiliti dallo Statuto, uno dei 4 campioni viene inviato alla Camera di Commercio di Trento per l’assaggio organolettico della commissione composta da due distillatori soci dell’Istituto, da un rappresentante del Laboratorio di San Michele e da due esperti indicati dall’ANAG. In questa sede si decide se la grappa è conforme allo standard prefissato. Se idonea il socio potrà ritirare tanti Marchi quante sono le bottiglie del lotto di riferimento. Prassi unica in Italia ed unica grappa certificata, una garanzia per il consumatore. In questo importante Istituto vedo solo dei pregi, in questi anni è riuscito a far crescere la qualità della Grappa Trentina col Marchio, a incrementare l’affiatamento, la partecipazione e il gioco di squadra degli associati".

– Quali sono le ultime tendenze del mercato dei distillati?

"Grazie all’opera dell’Istituto Tutela Grappa del Trentino ed il continuo appoggio dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige, la Grappa Trentina risente meno della tendenza negativa del mercato nazionale. Questo grazie al mantenimento di un’alta qualità dei nostri prodotti che è sempre più richiesta dagli attenti consumatori".

– Si può innovare mantenendo la tradizione?

 "Senz’altro! Bisogna sempre innovare e rinnovare le nostre Distillerie per ottenere dei prodotti pronti alle sfide internazionali. Quindi massima attenzione sia alle innovazioni degli apparecchi distillatori sia alle nuove tecniche di gestione della materia prima che deve essere sempre fresca e priva di fermentazioni secondarie".

– La grappa che esprime al meglio la vostra filosofia?

"E’ difficile rispondere a questa domanda, infatti le grappe oggi vengono tutte distillate con la massima attenzione (entro la data massima del 31 dicembre di ogni anno per potersi chiamare Grappa Trentina con Marchio). Se però dovessi sceglierne una in particolare, sarebbe quella di “Teroldego”. Anche perché la Distilleria Bertagnolli si trova in via del Teroldego!"

– Qual è il vostro rapporto con le Associazioni di settore, come ad esempio Anag?

 "E’ un rapporto per noi essenziale e molto importante. In particolare con ANAG che oltre ad essere testimonial convinto della Grappa è anche un diffusore molto potente della stessa".

– Quanto è importante la comunicazione oggi? Quanto contano i nuovi canali come Internet e Social?

 "Grazie ai nuovi canali di comunicazione si rafforzano e si migliorano le conoscenze del nostro prodotto di bandiera: la Grappa! Le aziende che sapranno usare con attenzione questi nuovi canali, con un occhio di riguardo ai contenuti (che dovranno essere chiari ed interessanti) potranno solo crescere in notorietà.

– Cosa ne pensa del progetto Passione Grappa? 

"Per prima cosa complimenti per averlo progettato! Noi addetti ai lavori abbiamo e avremo sempre bisogno di persone come voi che facciano conoscere la nostra Grappa, prodotto di eccellenza italiana. Noi saremo sempre al vostro fianco".

 

Ci salutiamo brindando alla Distilleria e al futuro del nostro amato distillato italiano con l’ottima Grappa di Teroldego. Un incontro speciale che ricorderemo a lungo...

 

Testo: Marco Zanoni


Link esterno