ATTENZIONE! Sta utilizzando una versione ormai obsoleta di Internet Explorer.
Si consiglia di aggiornare il Browser per visualizzare correttamente il sito.
This website uses cookies technology of primary and third-party. Click this to obtain more information, or to deny their use.
By continuing to use our website without changing the settings, you are agreeing to our use of cookies. Close

31 ottobre 2018

Monitor intervista Martina Bosetti Bertagnolli



Share



Monitor è la nuova iniziativa editoriale che i quotidiani Alto Adige e Trentino offrono ai propri lettori. In edicola ogni lunedì, è un settimanale con notizie, appuntamenti ed eventi, rubriche di musica, arte, cultura, benessere, bello e buono, e tutti i programmi TV. Nella sezione “Portrait Donna”, intervista a Martina Bosetti Bertagnolli, leggiamola insieme.

 

 

La grappa è giovane

Freschezza e determinazione: con queste caratteristiche Martina Bosetti Bertagnolli incarna il cambio generazionale nella storica distilleria trentina

 

È entrata nell’azienda di famiglia - l’ultracentenaria Distilleria Bertagnolli di Mezzocorona - cinque anni fa, con una laurea in Economia e Lingue, una  specializzazione in International Management e 5 anni di lavoro in consulenza strategica e finanziaria. Un bagaglio solido a cui Martina Bosetti Bertagnolli - figlia di Livia, che da trent’anni guida l’azienda assieme al cugino Beppe - ha aggiunto la freschezza della giovane età e la determinazione del segno zodiacale, il Leone. Oggi, a 34 anni appena compiuti, è responsabile marketing e comunicazione.

 

Su cosa si è concentrata entrando in un’azienda centenaria? 

Rappresentando la quinta generazione di una delle più antiche famiglie di distillatori in Italia, è stato naturale sognare di entrare in azienda. L’ho fatto in punta di

piedi, ma fermamente convinta dell’importanza di dare a Distilleria Bertagnolli un’immagine nuova e giovane, per aprirsi a un mercato mutevole e complesso.

Molto sensibile alla componente estetica, ho seguito personalmente il restyling radicale del brand, curato da una nota agenzia milanese, dalle campagne pubblicitarie ai rapporti coi media, dallo sviluppo di nuovi contenuti all’organizzazione di eventi.

Qual è il suo obiettivo?

Innovare, portare una prospettiva diversa, rendere la grappa un prodotto spigliato e al passo coi tempi, nel rispetto della sua identità, ricercato da entrambi i target, quello tradizionale e quello giovane. Far fare alla grappa trentina il salto di qualità è l’obiettivo di tutta la nostra azienda e, con un pizzico di orgoglio, posso dire che ci stiamo riuscendo.

Quale ruolo rivestono donne e giovani in questo settore?

Grazie alle loro competenze le donne rivestono un ruolo importante in un settore, quello del vino e della grappa, che richiede attenzione ai dettagli, gusto e raffinatezza. Qualità che in genere le donne possiedono e che si compensano con quelle maschili. I giovani sono liberi da preconcetti, hanno un approccio  manageriale e soprattutto sanno fare rete.

Progetti per il futuro?

In azienda, continuare a portare innovazione nei processi e nei prodotti, per dare alla grappa, il più nobile dei distillati, l’importanza che le spetta. Sul piano

personale, continuare a viaggiare per soddisfare la mia curiosità di conoscere il mondo... non lo ho ancora visto tutto, ma posso dire di essere a buon punto!

 

 

Per maggiori informazioni e prenotazioni:

Distilleria Bertagnolli

info@bertagnolli.it

t +39 0461 603800